Il materiale qua proposto è stato elaborato e donato al mondo da parte di altri ragazzi, studenti, professionisti, che così facendo hanno permesso a te ora di leggere e imparare qualcosa. Se vuoi far lo stesso scrivimi e inviami quello che hai.

ANALISI


L’analisi di meccanismi locali di collasso è stata effettuata attraverso il software Mc4loc, programma in grado di sviluppare in maniera automatica la valutazione dei meccanismi locali sia secondo l’analisi cinematica lineare (SLD, SLV) che secondo l’analisi cinematica non lineare (SLV), attraverso l’imput grafico in ambiente AutoCad.


Realizzato il modello tridimensionale della santabarbara con AutoCad, sono stati individuati quattro meccanismi significativi: 
- Ribaltamento del paramento esterno della facciata principale;
- Ribaltamento del paramento esterno della facciata proncipale considerando un buon ammorsamento con le pareti
laterali (angolo 30°);
- Ribaltamento del paramento esterno della facciata posteriore;
- Ribaltamento del paramento esterno della facciata posteriore considerando un buon ammorsamento con le pareti
laterali (angolo 30°). 


 Procedimento Mc4L 


1.  Inserimento dei dati geografici, definizione della vita di riferimento. Risultati: la pericolosità sismica di base SLD e SLV 


2.  Vengono definiti i Fattori di sensibilità assumendo: 

-  categoria del sottosuolo A: ammassi rocciosi affiornati o terreni molto rigidi 

-  categoria topografica T3: rilievi con larghezza in cresta molto minore che alla base e inclinazione media 15°<i<30°

-  fattore di confidenza calcolato secondo la Circolare 2/12/10 n.26, considerando: un rilievo geometrico completo, un esteso rilievo materico e degli elementi costruttivi, estese indagini sui parametri meccanici dei materiali e limitate indagini
sul terreno e fondazioni. FC=1.17 





3. Per ogni meccanismo da analizzare viene definita una simulazione, che prevede l’inserimento di un sistema di coordinate, la quota di campagna, l’altezza dell’edificio. 
















4. Partendo dal modello 3d completo, sulla base dei meccanismi di collasso individuati, sono stati isolati i blocchi coinvolti per ogni analisi. Per ogni elemento (B1) è stato definito il materiale, ricavandone le caratteristiche.
 
5. Volendo valutare lo spostamento sommitale per ogni blocco, viene imposta una cerniera alla base dell’elemento stesso.
 














6. Volendo valutare lo spostamento sommitale per ogni blocco, viene imposta una cerniera alla base dell’elemento stesso.
 
















7. Non sono stati applicate al blocco altre forze, se non quelle relative ai pesi propri e alle forze sismiche.
 
 8. Infine si definisce la posizione del punto di controllo e si lancia l’analisi.
 


 RISULTATO ANALISI

RIBALTAMENTO DEL PARAMENTO ESTERNO DELLA FACCIATA PRINCIPALE 







RIBALTAMENTO DEL PARAMETRO ESTERNO DELLA FACCIATA PRINCIPALE CONSIDERANDO UN BUON AMMORSAMENTO CON LE PARETI LATERALI (ANGOLO 30°);














RIBALTAMENTO DEL PARAMENTO ESTERNO DELLA FACCIATA POSTERIORE; 





RIBALTAMENTO DEL PARAMENTO ESTERNO DELLA FACCIATA POSTERIORE CONSIDERANDO UN BUON AMMORSAMENTO CON LE PARETI LATERALI (ANGOLO 30°).